Leggi questo post in tedesco, francese, spagnolo, turco o inglese.

Benvenuto all'ultima puntata della nostra serie Bitcoin! Al momento di scrivere questo articolo, siamo nel bel mezzo di un'altra bull run di Bitcoin che sta rapidamente raggiungendo nuovi picchi. Ti starai chiedendo: è il momento di vendere? Dovrei farlo la prossima settimana?  O avrei dovuto farlo ieri? Ebbene, prima di iniziare a vendere in preda al panico, leggi questo articolo sugli aspetti da considerare prima di vendere il tuo Bitcoin.

Considera che il prezzo potrebbe salire ancora di più

Siamo sicuri che tu lo sappia già, ma considera quello che potresti perdere se vendessi ora, visto che il prezzo sta raggiungendo il suo massimo. Questa è la difficoltà di ogni investitore: sapere quando ritirare i propri fondi. Gli investitori sono già stati ingannati in passato spendendo o vendendo le proprie risorse troppo presto.

Ad esempio, nel 2010 un uomo ha fatto la prima transazione nel mondo reale in criptovaluta e ha pagato due pizze grandi con 10.000 bitcoin – l'equivalente di circa 30 dollari statunitensi all'epoca. Tuttavia, il prezzo del Bitcoin è decollato e oggi quelle due pizze varrebbero più di 82 milioni di dollari! Questo è un racconto ammonitore per tutti gli investitori, affinché siano assolutamente sicuri di ottenere il miglior prezzo quando vendono o spendono la propria risorsa.

Considera le tasse quando fai trading con Bitcoin

Compilare la dichiarazione dei redditi per la criptovaluta è sempre un compito noioso e, nella maggior parte dei paesi, le transazioni in criptovaluta sono considerate "eventi imponibili". Ad esempio, se si cambia una criptovaluta in una valuta fiat come l'euro, se si paga in una criptovaluta quando si acquista un prodotto o un servizio, o se si cambia/scambia una criptovaluta con un'altra criptovaluta, si pagano le tasse.

Quindi, quando vendi, scambi o fai trading con Bitcoin, considera quante tasse potresti pagare su queste transazioni. Per fortuna, Bitpanda e Blockpit hanno unito le forze per renderti la vita molto più facile quando si tratta di tasse sulle criptovalute.

Considera di vendere e conservare

Un'altra strategia da considerare, se si vuole davvero vendere, è quella di vendere quanto basta per ottenere un ritorno sull'investimento iniziale e conservare il resto degli investimenti per un rischio minimo. Una vendita di circa il 20-30% potrebbe essere una strategia ragionevole per chi vuole vendere Bitcoin per guadagnare, ma non vuole perdere tutto e ricominciare da zero.

L'ideale sarebbe comunque avere una qualche strategia in atto, che permetta di guardare al quadro d'insieme e non agire su impulso dell'emozione (di questo parleremo più avanti). Un approccio potrebbe essere quello di stabilire un giorno all'anno in cui si guarda il prezzo e si agisce secondo la propria strategia predefinita. Il prezzo è superiore all'importo x? Allora vendi l'importo y predefinito. È inferiore? Allora continua a conservare.

Considera che anticipare le mosse del mercato è difficile

Scegliere il momento migliore per effettuare operazioni di compravendita sul mercato, come abbiamo già detto, è un'impresa molto difficile. Esiste un detto popolare tra gli investitori: "Il tempo nel mercato batte il tempo del mercato". Ciò significa fondamentalmente che, nella maggior parte dei casi, le tue risorse sono più preziose quando le conservi per un lungo periodo di tempo, piuttosto che venderle per ottenere un guadagno a breve termine.

Scegliere il momento migliore, ad esempio per comprare o vendere prima di una tendenza al rialzo o al ribasso, è davvero difficile. Questo si collega strettamente al fatto che prevedere il futuro è impossibile, soprattutto con una risorsa piuttosto volatile come il Bitcoin e le criptovalute in generale.

Considera le tue emozioni

Vendi il tuo Bitcoin perché ingenuamente pensi che sia il modo migliore per approcciarsi all'investimento? Oppure stai effettuando una vendita emotiva perché il mercato ti sta facendo prendere dal panico? Un modo per contrastare tutto questo è, idealmente, avere una strategia per il momento della vendita. Per esempio, immaginiamo che tu abbia calcolato cinque volte il tuo ROI dopo un anno, allora questa potrebbe essere la tua strategia per il futuro, poiché ti aiuterà a non reagire emotivamente al mercato.

Considera che questa bull run potrebbe essere diversa

Sappiamo tutti che in tempi di incertezza si tende a guardare al passato per imparare dagli errori. La bull run del 2017 presenta alcune analogie con l'attuale bull run del 2020. Per esempio, guardando al passato, possiamo ipotizzare che questa bull run sia dovuta al Bitcoin halving avvenuto a maggio di quest'anno.

Tuttavia, dobbiamo considerare la differenza principale rispetto alla bull run del 2017. La bull run del 2017 era incentrata esclusivamente sulla vendita al dettaglio e sulla speculazione, alimentata da piccoli investitori che credono nel Bitcoin. Ora, nel 2020, abbiamo attori più grandi come banche ed economisti che si dicono entusiasti che il Bitcoin diventi il nuovo oro digitale e stanno acquistando per ottenere un guadagno a lungo termine, non a breve termine.

Sapere quando vendere o conservare la propria risorsa è una delle decisioni più difficili che gli investitori devono prendere. Tieni conto di questi cinque aspetti e cerca di ricordare se desideri guadagni a breve o lungo termine.

Dichiarazione di non responsabilità: le informazioni contenute nel presente articolo hanno carattere puramente informativo e non costituiscono in alcun modo una consulenza in materia di investimenti.

Scegli Bitpanda per iniziare a fare trading in Bitcoin e in oltre 50 altre risorse digitali!