5 motivi per cui aumentano gli investimenti in criptovalute

Camilla Marziani

Da Camilla Marziani

Negli ultimi tre anni hai incontrato qualcuno che non conoscesse le cripto? Mentre sempre più persone scoprono le criptovalute, molti hanno deciso di iniziare a investire in questa classe di asset, nonostante siano risaputamente considerate un investimento ad alto rischio. Allora perché sempre più persone le scelgono? Ecco 5 motivi per cui le criptovalute stanno diventando così popolari.

Fai una rapida ricerca web sull'argomento: troverai infiniti articoli che parlano di quanti soldi avresti guadagnato se avessi investito in Bitcoin o altre valute digitali uno, cinque o dieci anni fa. Ultimamente, però, gli investitori sembrano essere più interessati a unirsi alla festa, piuttosto che piangere sul latte versato: sempre più persone, infatti, stanno investendo in criptovalute, un mercato i cui volumi sono stati di circa 4 miliardi di dollari in un anno solo in Brasile e che ha un market cap totale che vale più di 3 trilioni di dollari.

Inoltre, il mondo delle criptovalute è ancora pieno di sorprese – proprio di recente, Bitcoin ha raggiunto un nuovo all time high, cioè un massimo storico. E anche gli annunci di importanti aggiornamenti tendono ad attirare l’attenzione - e azione - degli investitori: basti pensare a ETH 2.0 o a Taproot. Ma c'è molto altro dietro il recente aumento degli investimenti in criptovalute.

1. Sempre più persone scoprono le criptovalute

Negli ultimi anni, la popolarità delle criptovalute è cresciuta in maniera esponenziale. Se un tempo erano considerate un mercato di nicchia per pochi esperti, grazie alla loro presenza ricorrente nella cultura pop, le criptovalute oggi sono un argomento di cui tutti hanno sentito parlare almeno una volta.

E insieme alla loro popolarità, è aumentata anche la consapevolezza al riguardo, e questo può essere uno dei motivi per cui molti neofiti hanno iniziato a investire e, in certi casi, anche a detenere criptovalute. Infatti, poiché delle criptovalute si parla ormai regolarmente, molti hanno iniziato a studiarle, a leggere e a scoprire vari progetti.

La comunità è cresciuta anche intorno al motto "investire e detenere una criptovaluta per raggiungere un obiettivo comune" – quello che, per esempio, è successo con Dogecoin. Purtroppo, è capitato che questo tipo di approccio ad un investimento ad altro rischio portasse a grandi perdite.

L’hype attorno alle criptovalute ha sicuramente un ruolo centrale nell'affascinare le persone e incoraggiarle a sceglierle come investimento, ma non protegge nessuno dai rischi. Ti raccomandiamo quindi di fare delle ricerche e di informarti veramente su tutti i possibili esiti prima di prendere qualsiasi decisione finanziaria.

2. Istituzioni e società che investono in criptovalute

Chiaro e semplice: (per fortuna) per molti la cultura pop potrebbe non essere un motivo sufficiente per investire. Quello che ha contribuito a fare entrare le criptovalute nel radar (e a volte nei portafogli) degli investitori è il fatto che gli investimenti istituzionali in criptovalute stanno rapidamente aumentando, proprio mentre si discute se possano essere una copertura contro l'inflazione.

La società di tecnologia aziendale MicroStrategy è salita agli onori della cronaca con i suoi monumentali investimenti in Bitcoin, il cui valore attuale è di 6.7 miliardi di dollari. Un'altra nota azienda che ostenta grandi investimenti in criptovalute è Tesla, che attualmente detiene Bitcoin per un valore pari a 2.5 miliardi di dollari

Non solo le società e le istituzioni, ma anche i singoli investitori stanno dedicando discrete quote dei loro portafogli alle risorse in criptovalute, come per esempio il co-fondatore di Reddit che è un noto investitore di Ethereum e Orlando Bravo, co-fondatore di Thoma Bravo, che ha confermato di detenere Bitcoin.

Istituzioni, aziende e investitori famosi hanno contribuito a mettere le criptovalute sotto i riflettori e hanno reso i potenziali investitori consapevoli dei casi d'uso delle criptovalute.

3. Gli ultimi casi d'uso delle criptovalute le stanno rendendo una realtà più concreta

Fino a qualche anno fa, e in una certa misura anche adesso, non era raro associare le criptovalute, Bitcoin in particolare, a utilizzi illeciti. Questa visione era probabilmente correlata alla Darknet e alla Silk Road, un mercato criptato specializzato in una vasta gamma di attività illegali attivo dal 2011 al 2013 e che è stato al centro dei notiziari, dove il Bitcoin veniva utilizzato per molte transazioni.

Oggi, i casi d'uso delle criptovalute hanno perlopiù perso l'aura negativa che le circondava, e il loro utilizzo sta diventando più pratico e concreto, con una conseguente copertura mediatica più positiva.

L'introduzione del Bitcoin come moneta legale in El Salvador ha aperto la strada alla speculazione sull'adozione delle criptovalute in altri paesi. Anche se nulla è ancora certo, questo evento potrebbe essere il punto di partenza per una più ampia adozione delle criptovalute.

Inoltre, i pagamenti con criptovalute non sono più necessariamente associati ad attività criminali: società come Microsoft, Amazon, Coca Cola e molte altre accettano le criptovalute come metodo di pagamento – proprio lo scorso giugno, Sotheby's ha venduto un diamante da 100 carati per oltre 12 milioni di dollari pagato interamente in criptovalute.

Grazie al sempre maggiore riconoscimento da parte di società, istituzioni e persino Paesi, le criptovalute stanno probabilmente diventano una risorsa più ordinaria agli occhi degli investitori, e si stanno allontanando dalla loro vecchia immagine famigerata.

4. NFT e DApp sono sempre più popolari

Insieme alla crescente popolarità e ai casi d'uso in crescita delle criptovalute, aumentano anche la finanza decentralizzata (DeFi) e gli NFT.

Diverse blockchain supportano NFT e DApp, e fra queste Ethereum (ETH) è ancora la rete leader per Defi e DApp. Naturalmente, altre criptovalute si stanno affermando come concorrenti, tra cui Solana (SOL), Avalanche (AVAX) e Algorand (ALGO).

Di recente, il mondo degli NFT ha beneficiato considerevolmente dell'appoggio di artisti, attori, musicisti e personaggi famosi come Lindsay Lohan, Paris Hilton, Doja Cat e Mike Shinoda.

Gli NFT sono anche affascinanti piattaforme di social media: Tiktok ha lanciato la sua collezione NFT e Facebook ha recentemente investito 50 milioni di dollari nella ricerca per il proprio metaverse. Gli NFT sono riusciti a conquistare anche il mondo del calcio, tanto che oggi esiste il primo trofeo NFT UEFA EURO 2020 per il miglior goal del campionato.

In un certo senso, gli NFT sono il fiore all'occhiello delle criptovalute, almeno considerando che utilizzano la tecnologia blockchain: la popolarità dell'uno si riflette inevitabilmente sull'altro.

5. Le criptovalute diventano "green"

La crescente popolarità delle criptovalute ha portato all’attenzione una problematica urgente: l'impatto ambientale del mining. Il mining comporta alti costi energetici, specialmente per quanto riguarda le blockchain che utilizzano la Proof of Work (PoW), come accade per i giganti Bitcoin e, almeno per ora, Ethereum.

Per affrontare i problemi ambientali legati alla Proof of Work, molte altcoin stanno optando per la Proof of Stake (PoS) come soluzione più economica e sostenibile. Alcune blockchain, come Algorand (ALGO), hanno anche fatto un ulteriore passo avanti diventando carbon-negative.

Vale inoltre la pena notare che ci sono stati alcuni interessanti, e forse insoliti, sviluppi intorno al mining con PoW e su come renderlo più sostenibile: ad esempio, una mining pool di Bitcoin in El Salvador ha scelto di venire alimentata dall'energia di un vulcano.



Questa soluzione potrebbe essere nuova per El Salvador, ma non per l’Islanda, dove ormai da anni viene impiegata l'energia geotermica per il mining.

Tuttavia, questo algoritmo sempre più popolare e più “green” potrebbe aver indotto più persone a investire in criptovalute, ora che molte altcoin stanno riducendo la propria carbon footprint.

Pronto a iniziare a investire?

Stai pensando di investire? Con Bitpanda è una questione di pochi clic. Scarica l'app di Bitpanda per iOS o Android sul tuo smartphone e registrati. Verifica il tuo account Bitpanda in pochi minuti con uno dei nostri fornitori di servizi di verifica, scegli l'opzione di pagamento che preferisci e deposita il tuo saldo iniziale – sarai in grado di acquistare, vendere e investire in criptovalute nonché altre risorse, come Bitpanda Stocks*, ETF e metalli preziosi 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Puoi creare il tuo account Bitpanda qui.

*Bitpanda Stocks permette di investire in azioni frazionate. In Europa, le azioni frazionate sono sempre abilitate tramite un contratto che replica l'azione o l'ETF sottostante (strumenti finanziari ai sensi della sezione 1 punto 7 lit. d WAG 2018). Investire in azioni ed ETF comporta dei rischi. Per maggiori dettagli vedi il prospetto su bitpanda.com.

Camilla Marziani

Camilla Marziani

Content Creation Intern, blockchain enthusiast and coffee lover