Cosa ci riserverà Ethereum per il 2022?

Camilla Marziani

Da Camilla Marziani

what’s-ahead-for-ethereum-in-2022-bitpanda-blog-it

Ethereum, la seconda criptovaluta più grande dopo Bitcoin, ha dominato il mercato delle altcoin fin dall'inizio. In questo momento, il tanto atteso aggiornamento, Ethereum 2.0, è ancora in cantiere, e nel 2022 ci aspettiamo di vedere passi significativi in quella direzione. Continua a leggere e scopri cosa ci riserverà Ethereum per il 2022.

Ethereum, il gigante delle altcoin e la seconda criptovaluta più grande, sta lavorando al suo attesissimo aggiornamento, Ethereum 2.0, che porterà un cambiamento monumentale nel suo algoritmo di consenso. Ethereum 2.0 probabilmente non sarà l'unica novità per Ethereum nel 2022, poiché la blockchain ospita molti DAO, token ERC20, DApp, NFT e piattaforme DeFi, tutte aree che potrebbero presentare sviluppi sorprendenti nei prossimi mesi.

La fusione: un passo verso Ethereum 2.0

Ciò che sarà probabilmente un punto culminante dell'anno per l'intero mercato delle criptovalute è il piano di Ethereum di andare avanti verso Ethereum 2.0. Per molti, con questo aggiornamento, Ethereum potrebbe anche avere il potenziale per avere la meglio su Bitcoin, un evento noto come "Il capovolgimento". 

Alla base di Ethereum 2.0 c'è il cambiamento dell'algoritmo di consenso: Ethereum passerà dalla Proof of Work alla più ecologica Proof of Stake. Oltre a una drastica riduzione dei costi ambientali, questo passaggio renderà la rete più veloce ed economica, poiché si prevede che l'aggiornamento aumenti considerevolmente l'indice TPS (transazioni al secondo) di Ethereum, che dalle attuali 30 potrebbero raggiungere addirittura 10.000 TPS. Questo miglioramento ha il potenziale per risolvere i problemi di congestione della rete e anche di diminuire le alte commissioni di transazione di Ethereum.

Sebbene questo aggiornamento richiederà sicuramente del tempo, quest'anno vedremo questo gigante dell'altcoin fare un passo avanti nel suo piano. Questo passo è conosciuto come "la fusione": dovrebbe avvenire nella prima metà del 2022 e, come suggerisce il nome, "fonderà" la mainnet di Ethereum con la blockchain Beacon

La blockchain Beacon è stata lanciata il 1º dicembre 2020, e la fusione rappresenta il passo che permetterà finalmente a Ethereum di passare alla PoS, preparandola anche per lo staking e lo sharding.

Token ERC20 in crescita

La "richiesta di commenti di Ethereum 20" - il cui acronimo è appunto ERC20 - è uno standard tecnico per i contratti intelligenti utilizzati per implementare i token sulla blockchain di Ethereum. Prima di ERC20, gli scambi di criptovalute dovevano costruire ponti ad hoc per consentire lo scambio di token tra le piattaforme. 

Lo standard ERC20 è un insieme di 6 regole alle quali i contratti intelligenti devono aderire se vogliono funzionare sulla blockchain di Ethereum, un sistema che promuove l'interoperabilità anche tra contratti intelligenti. 

Se un contratto intelligente è conforme alle 6 regole di ERC20, può lanciare il proprio token sulla blockchain e terze parti e le applicazioni possono accedere all'intera infrastruttura relativa ed essere in grado di eseguire transazioni, connettere portafogli e accedere alle informazioni. Rispettare lo standard ERC20 significa anche che il comportamento dei contratti intelligenti sarà prevedibile e non ci sarà più bisogno di "ponti" tra le piattaforme.

Attualmente ci sono 486.408 token ERC20 in circolazione, e la loro popolarità è in aumento. Alcuni token ERC20 includono il Bitpanda Ecosystem Token (BEST), Tether (USDT), Shiba Inu (SHIB) e Chainlink (LINK) insieme a molti altri. 

Se DApp e DeFi continueranno ad accelerare l'adozione della tecnologia blockchain, anche i token ERC20 che alimentano i contratti intelligenti sottostanti sono destinati a svolgere un ruolo importante. A partire dal 2022, potremmo vedere i token ERC20 espandere ulteriormente i casi d'uso di Ethereum, in particolare nella vita quotidiana.

DAO e DeFi saranno al centro della scena

Due termini che probabilmente sentiremo molto spesso nel 2022 sono DAO e DeFi. DAO, abbreviazione di Decentralised Autonomous Organisation, si riferisce a una community basata su Ethereum di proprietà dei suoi membri, in cui la leadership è decentralizzata e le regole sono scritte nel codice. I DAO sono alimentati da contratti intelligenti auto-applicabili, rappresentazioni digitali di contratti classici.

Una volta che il contratto intelligente del DAO è attivo e funzionante sulla blockchain di Ethereum, l'unico modo per alterarlo è mettere ai voti qualsiasi cambiamento suggerito. Poiché non c'è un'autorità centralizzata per i DAO, tutto il potere decisionale è nelle mani dei suoi membri, i cui voti determineranno se i cambiamenti saranno o meno implementati sulla rete.

I DAO hanno prosperato sulla rete Ethereum e oggi sono viste come un'alternativa non solo ai tipi di organizzazioni più tradizionali, ma anche alle imprese e ai modelli di lavoro tradizionali: alcuni credono che i DAO abbiano il potere di cambiare le strutture aziendali come le conosciamo oggi. 

Non solo i DAO, ma anche molte DApp (applicazioni decentralizzate) sono basate su Ethereum, poiché il potere di internet è stato trasferito agli utenti. Le DApp sono il risultato dell'unione di contratti intelligenti, una criptovaluta, una blockchain e un'app. Le DApp hanno una grande influenza sugli sviluppi delle DeFi: anche se siamo solo agli albori delle applicazioni decentralizzate, queste stanno già sconvolgendo il mondo della finanza tradizionale fornendo servizi finanziari attraverso le criptovalute, dal prestare e prendere in prestito all'eseguire transazioni e guadagnare. 

I possibili casi d'uso delle DApp vanno oltre la finanza decentralizzata: qualsiasi tipo di applicazione che potresti installare sul tuo laptop o smartphone può essere una DApp, compresi i social media, i browser, i giochi, le piattaforme di lavoro e molto altro. 

DApp e DeFi sono cresciuti in popolarità nell'ultimo anno, e non sarebbe sorprendente vedere Ethereum seguire la tendenza al rialzo nel 2022.

Ethereum e NFT in crescita

NFT è stato sotto i riflettori per tutto il 2021 e questa tendenza non è destinata a fermarsi tanto presto. Artisti e personaggi famosi continuano ad avvicinarsi al mondo NFT: per esempio, Eminem ha recentemente acquistato una Bored Ape per 123,45 ETH - 462.000 $ al momento dell'acquisto. La blockchain di Ethereum ospita molti mercati NFT, tra cui OpenSea, il più grande mercato NFT per volume di trading, che ha iniziato il 2022 con un enorme finanziamento di 300 milioni di dollari

Oltre ad agitare lo scenario con il loro uso nell'arte digitale, gli NFT possono essere usati per rappresentare la proprietà di qualsiasi bene digitale ed Ethereum sta scommettendo su di loro per modellare ulteriormente il futuro della finanza decentralizzata - per esempio con progetti come prestiti sostenuti da NFT e proprietà frazionata, con quest'ultima attualmente in sviluppo. 

L'hype di NFT non è destinato a rallentare nel 2022, e potremo vedere NFT giocare un ruolo attivo nell'ulteriore espansione dell'adozione mainstream di Ethereum nei mesi a venire.

Ethereum dovrà affrontare una forte concorrenza

Anche se Ethereum è ancora considerato la più grande altcoin ed è la blockchain più popolare per i contratti intelligenti per quanto riguarda DApp e DeFi, probabilmente dovrà affrontare una seria concorrenza nel 2022

Blockchain come Solana, Near Protocol e Polkadot, per citarne solo alcuni, stanno lavorando per fornire un ambiente sicuro, veloce e poco costoso alternativo a Ethereum per gli sviluppatori, per creare e implementare contratti intelligenti e DApp, e per ampliare le applicazioni della finanza decentralizzata.

All'inizio di questo mese, la Fondazione Metaplex ha raccolto 46 milioni di dollari in un round di finanziamento strategico per espandere Solana, l'ecosistema NFT, mentre il protocollo DeFi Hubble ha raccolto 10 milioni di dollari e ora si sta preparando al lancio sulla rete principale di Solana.

Anche Near Protocol sta guadagnando terreno nella DeFi, e ha lanciato un fondo per sviluppatori da 800 milioni di dollari nell'ottobre 2021. Poco dopo, Polkadot ha avviato le sue aste parachain e la prima è stata vinta dalla piattaforma DeFi Acala.

Con Ethereum 2.0 e il passaggio ufficiale al consenso Proof of Stake ancora in fieri, queste altre blockchain possono essere davvero dei concorrenti impegnativi, in quanto sono già in grado di fornire un maggior numero di transazioni al secondo e commissioni di transazione più economiche di Ethereum. 

Anche se Ethereum mantiene ancora il maggior numero di sviluppatori attivi, le blockchain che si stanno facendo spazio si stanno affermando come una valida alternativa, e potremmo anche vederle contestare fortemente il dominio di ETH nel 2022. 


Dichiarazione di non responsabilità

Il presente articolo non costituisce una consulenza in materia di investimenti, né un'offerta o un invito all'acquisto di beni digitali.

Il presente articolo è a solo scopo informativo generale e non viene rilasciata alcuna dichiarazione o garanzia, espressa o implicita, e non si può attribuire un valore assoluto, sull'imparzialità, accuratezza, completezza o correttezza del presente articolo o delle opinioni in esso contenute.

Camilla Marziani

Camilla Marziani

Global content specialist, blockchain enthusiast and coffee lover