Perché tutti parlano degli NFT

Elisabeth Oberndorfer

Da Elisabeth Oberndorfer

Hai mai pensato di investire nell’arte? Bene, ecco un nuovo modo per farlo, e coinvolge la tecnologia blockchain: i token in questione si chiamano NFT e se ne è parlato molto nelle ultime settimane a causa di alcune costose transazioni. Cosa sono quindi gli NFT e perché tutti ne parlano?

Leggi questo post in tedesco, francese, spagnolo, turco, polacco o inglese.

NFT sta per "Non-Fungible Token". Questi token utilizzano la blockchain di Ethereum per memorizzare i dati e fungere da una sorta di certificazione. Gli NFT sono definiti "non fungibili" in considerazione del tipo di beni digitali per i quali i certificati vengono usati. Si tratta di prodotti e risorse unici che non possono essere sostituiti o scambiati. Quindi, è qui che entra in gioco l'arte.

A causa delle caratteristiche sopra illustrate, gli NFT sono diventati sempre più popolari per il trading di pezzi d'arte digitale negli ultimi mesi. I token basati su blockchain permettono di identificare e verificare il proprietario del copyright su di un registro pubblico. Gli NFT sono unici, non possono essere scambiati con altri token e non possono essere manipolati. Quindi, per farla breve, gli NFT rappresentano un nuovo modo di far valere il diritto d'autore e la proprietà commerciale.

Ma qual è il motivo di tutto questo clamore? Gli NFT sono in circolazione da più di due anni e stanno guadagnando molta popolarità. Questo perché un collezionista d'arte ha venduto il suo NFT di un videoclip di dieci secondi per 6,6 milioni di dollari. Lo aveva comprato nell'ottobre 2020 per soli 67.000 dollari.

Perché qualcuno dovrebbe pagare così tanto per un'opera d'arte che può essere guardata gratuitamente online? Beh, lo stesso vale per l'arte fisica che si può vedere nei musei ma che non si possiede e non si ha il diritto di riprodurre. Allo stesso modo, gli NFT determinano la proprietà e il copyright di un pezzo. Inoltre, rubare contenuti protetti da copyright è sempre stato un problema su internet e gli NFT sono un modo per rendere le cose più trasparenti.

Il fatto che il videoclip dell'artista digitale Beeple sia stato venduto per una cifra così alta ha causato una sorta di frenesia e una crescita d’interesse per gli investimenti in arte digitale. Un'altra vendita di NFT degna di nota è Nyan Cat. Il meme è stato messo all'asta per quasi 600.000 dollari a febbraio. Come menzionato sopra, l'arte visiva non è l'unico bene che può essere venduto e acquistato con NFT. Fondamentalmente, qualsiasi tipo di contenuto può essere venduto tramite un token. Il fondatore di Twitter, Jack Dorsey, sta mettendo all'asta il suo primo tweet, e la rock band Kings Of Leon sta vendendo delle edizioni speciali del proprio nuovo album utilizzando NFT.

Ma non temere, non hai bisogno di milioni o centinaia di dollari per entrare nel trading degli NFT. Gli NFT sono comunemente venduti su piattaforme come Super Rare, Nifty Gateway o, se si è alla ricerca di cimeli digitali del basket, NBA Top Shot. In genere, le transazioni vengono effettuate tramite la valuta Ether.

Anche se pensi che questo genere di trading non faccia per te, hai potuto comunque scoprire quanto possano essere versatili gli NFT. Per ora, molti nuovi artisti vendono tramite NFT per farsi conoscere e molti trader stanno cercando di ottenere grandi guadagni rivendendo i loro  token. Questa tecnologia è però destinata ad affermarsi, e quindi gli NFT sono sicuramente un ambito da tenere d’occhio.

Elisabeth Oberndorfer

Elisabeth Oberndorfer

Bitpanda's Editor-in-Chief, lover of pizza and money.