Tezos (XTZ), il protocollo dalla Proof of Stake liquida sotto i riflettori

Camilla Marziani

Da Camilla Marziani

Quando si tratta di DApp e NFT, Ethereum deve affrontare una certa concorrenza: con la sua caratteristica governance on-chain, Tezos (XTZ) è un protocollo sempre più popolare ed è la scelta di artisti come Doja Cat e Mike Shinoda. Tuttavia, molti investitori conoscono già da tempo questa blockchain e il suo token nativo XTZ, e per buoni motivi. Ecco quello che devi sapere su Tezos (XTZ).

Tezos (XTZ), in breve

DApp e NFT hanno conquistato la scena delle arti digitali, sia per le opportunità finanziarie che per i casi d'uso che sono in grado di offrire. Con più di 130 progetti e DApp in esecuzione sulla sua blockchain, Tezos si è fatto una reputazione come piattaforma di riferimento per molti artisti.

E c’è di più: la piattaforma per NFT basata su Tezos, OneOf, ha da poco annunciato una partnership con i Grammy awards e pubblicherà degli NFT per celebrare i 64esimo, 65esimo e 66esimo Grammy Award.


Tuttavia, il protocollo godeva già da tempo di una certa fama nello spazio delle criptovalute, in quanto dotato di una serie di caratteristiche uniche nel loro genere. Infatti, questa blockchain open-source si basa su un algoritmo di consenso Proof of Stake "liquido" e può essere orgogliosa della sua piuttosto originale governance on-chain che permette di scegliere democraticamente e in modo automatico gli aggiornamenti sulla rete.

Come riportato sul sito ufficiale:

"Tezos ha adottato l'aggiornabilità a lungo termine, la partecipazione aperta, la collaborazione e la sicurezza dei contratti intelligenti."

I talenti di Tezos in dettaglio

Proof of Stake "liquida"

A differenza di Bitcoin e, almeno per ora, di Ethereum – entrambi basati su un meccanismo di consenso di tipo Proof of Work – il meccanismo di consenso adottato da Tezos è un tipo particolare di Proof di Stake, anche conosciuta Proof of Stake "liquida".

Dopo l'aggiornamento Granada, che ha avuto luogo nel mese di agosto 2021, il precedente algoritmo, allora soprannominato Emmy+, ha subito alcuni importanti cambiamenti e oggi si chiama Emmy*. Con l'aggiornamento, Tezos ha ridotto il consumo energetico del 50% e il tempo di creazione dei blocchi è passato da 60 a 30 secondi.

Come funziona la Proof of Stake "liquida"?

Nella rete di Tezos, i validatori sono chiamati "baker" (letteralmente "panettieri"). Gli utenti possono diventare baker se puntano almeno un “roll” ("rotolo"), corrispondente a 8000 XTZ – originariamente erano 10000 XTZ. Maggiore è il numero di roll, maggiore è la possibilità di essere selezionati per la creazione del blocco.

A parte i bassi costi energetici e il tempo ridotto di creazione dei blocchi, che sono caratteristiche piuttosto comuni delle blockchain che impiegano la PoS (come Solana (SOL) e Algorand (ALGO)), l'algoritmo di consenso di Tezos ha una caratteristica unica che gli ha fatto guadagnare il nome di Proof of Stake "liquida": il suo uso speciale e fluido della delega.

Gli utenti di Tezos che non hanno la quantità minima di XTZ per partecipare alla creazione del blocco come baker, o che la possiedono ma non hanno l'infrastruttura necessaria per creare effettivamente dei blocchi, possono delegare le proprie monete a un baker.

Questo tipo di delega non trasferisce la proprietà delle monete da un utente a un baker, ma è molto simile all'azione del prestito. I baker che accettano la delega e vengono scelti per la creazione del blocco dovranno poi condividere le ricompense con gli utenti che gli hanno "prestato" le monete.

A differenza della classica Delegated Proof of Stake, i baker "regolari" e quelli "delegati" coesistono e possono prendere parte alla creazione del blocco. In breve, non esiste un gruppo di delegati, come nella classica Delegated PoS.

Governance on-chain e auto-modifica

Altre particolarità di Tezos sono la governance on-chain e la regola dell'auto-modifica, caratteristiche in grado di favorirne la scalabilità, la decentralizzazione e la collaborazione nella rete.

Infatti, i baker non solo possono creare blocchi, ma possono anche votare per approvare o disapprovare le modifiche o le correzioni apportate al protocollo. Il quorum iniziale necessario per determinare il risultato di una votazione è fissato all'80%, ma è soggetto a modifiche in base alla partecipazione media.

Se i baker approvano una modifica alla rete Tezos, questa sarà automaticamente implementata sulla blockchain attraverso contratti intelligenti. Questo è il processo che ha fatto guadagnare a Tezos il titolo di protocollo auto-modificante.

Il sistema di governance on-chain di Tezos, assieme alla funzione di auto-modifica, rende meno probabile il verificarsi di dispute e fork sulla blockchain: ogni aggiornamento, infatti, è democraticamente votato dai baker, e poi eseguito tramite contratti intelligenti. Questo significa che gli aggiornamenti e i cambiamenti sono approvati dalla comunità di baker in maniera democratica, eliminando virtualmente la necessità di una fork.

Adozione diffusa – Tezos nella musica, nell'arte e nelle istituzioni 

Gli esperti di criptovalute potrebbero non essere gli unici ad aver sentito parlare di Tezos ultimamente. Infatti, il protocollo ha fatto parlare spesso di sé: vediamo alcune delle notizie che hanno portato Tezos al centro dell’attenzione.

  • Nell'ottobre del 2021, gli abitanti di Neuilly-sur-Seine (Francia) hanno potuto votare digitalmente attraverso l'app Electis, basata su Tezos. La votazione riguardava la scelta dei libri per una biblioteca pubblica e ha rappresentato una grande opportunità per testare l'uso della tecnologia blockchain di Tezos in un sistema elettorale.
  • Un numero crescente di istituti finanziari tradizionali sta adottando soluzioni di finanza decentralizzata basate sulla blockchain di Tezos, e l'esempio più recente è la Swiss Arab Bank. L'istituto collabora con Tezos e utilizzerà la blockchain e la moneta nativa di Tezos per offrire risorse digitali ai propri clienti.
  • Tezos è anche una delle scelte preferite dei musicisti: la piattaforma NFT OneOf, che utilizza la blockchain di Tezos, sta diventando sempre più popolare grazie a utenti come Doja Cat, John Legend, Charlie Puth, The Kid LAROI ed altri. La piattaforma è stata lanciata con un finanziamento incredibile proprio all'inizio di quest'anno.
  • Parlando di arte e NFT, Tezos partecipa anche alla digitalizzazione dell'arte e della cultura. Un'altra piattaforma molto amata costruita su Tezos è Hic et Nunc, la piattaforma NFT adottata dal musicista Mike Shinoda nonché dalla Whitworth Art Gallery di Manchester, che ha coniato un NFT ispirato a un'opera di William Blake per raccogliere fondi per progetti sociali. Il protocollo è attivo anche "nella vita reale": tra novembre e dicembre, Tezos curerà e presenterà una Mostra NFT all'Art Basel Miami Beach 2021.

Tezos (XTZ) vs Ethereum (ETH)

Grazie alla sua crescente popolarità e ai più di 130 progetti e DApp, Tezos si sta facendo conoscere. Ma è davvero paragonabile al gigante delle criptovalute Ethereum, specialmente considerando il notevole volume di Dapp di ETH? Confrontiamo alcuni aspetti di XTZ ed ETH.

Fonti: Ethereum, Tezos


Come iniziare la tua ricerca

Quando si tratta di investire, svolgere delle ricerche è fondamentale. Per le criptovalute e le altcoin, un buon punto di partenza è il sito ufficiale della risorsa che stai esaminando, come ad esempio il sito ufficiale di Tezos. Puoi approfondire la tua conoscenza di progetti, casi d'uso e informazioni tecniche del protocollo, e scoprire altri aspetti da considerare.

Potrebbe una criptovaluta inserirsi nella tua strategia? E come? Quando svolgi delle ricerche su una moneta, chiediti come quella criptovaluta potrebbe adattarsi al tuo portafoglio di investimenti e se sei orientato verso investimenti a basso rischio e a lungo termine oppure sei più a tuo agio con investimenti più veloci e (forse) redditizi, ma a rischio più elevato.

Dove puoi acquistare XTZ?

Su Bitpanda, XTZ è a portata di clic tramite il tuo smartphone o sulla versione desktop, 24/7. Con l'interfaccia facile da usare di Bitpanda l'investimento in criptovalute e altre risorse digitali è facile come bere un bicchier d'acqua. Inizia a investire oggi.

Camilla Marziani

Camilla Marziani

Content Creation Intern, blockchain enthusiast and coffee lover